Home»Castellina Vita in Famiglia»La leggenda dei Doni

La leggenda dei Doni

3
Condivisioni
WhatsApp Telegram

Per quest’anno abbiamo pensato di raccontare l’arrivo dei magi, come se avvenisse oggi nel nostro presente, e ci siamo chiesti chi oggi potesse rappresentare i ricchi e sapienti del nostro mondo.

Abbiamo scelto tre figure emblematiche, un’imprenditore digitale, un ricco petroliere arabo e una premio nobel per la scienza.

A seguito di loro in rappresentanza dei piccoli pastori di quel tempo, verranno tre bambini con in mano i doni della loro vita quotidiana.

Imprenditore Digitale

Ti porto in dono o mio re uno dei simboli della mia affermazione nel lavoro, la ricerca continua di crescere professionalmente e la soddisfazione di veder fiorire la mia azienda e il mio potere. Ti dono quello che sono e gli sbagli che ho fatto, perchè tu renda il mio cuore umile e aperto ad una vera condivisione con chi ha bisogno.

Arabo con i Soldi

Mio re di porto in dono le risorse che traffico con il mio lavoro. So di aver la possibilità di influenzare le sorti della borsa e della politica, so di poter portare la pace e scatenare le guerre. Ti offro quel che sono perchè tu renda le mie mani capaci di produrre un benessere duraturo che non distrugga l’ambiente che ci ha donato e le persone che le abitano.

Scienziata

Dolce signore, tu che sei il sapiente e l’onnisciente ti porto in dono la conoscenza, la scienza e la ricerca che ho condotto fino ad adesso per portare al mondo un po di progresso in più. Illumina la mia mente e rendimi capace della vera conoscenza sull’amore perciò che ci hai donato e il rispetto autentico per le leggi della vita e della natura.

Bambino che gioca a Calcio

Gesù oggi sono qui per donarti questo pallone come simbolo della mia passione attuale per il calcio. Attraverso questo simbolo ti dono la mia voglia di giocare, fare squadra, imparare la disciplina e la gioia di crescere sano e forte. Rendimi costante nello sport come negli impegni della vita perchè diventi un uomo che ti conosce e riconoscere i signori di ogni cosa.

Bimbo che Legge

Gesù ti offro oggi questo libro, ricordo della fatica fatta per imparare a leggere e della gioia di condividerla insieme ai miei genitori la sera. Con questo ti porto la fatica di andare a scuola e la curiosità che ho per imparare le cose a modo mio. Rendi aperta la mia mente alla vera conoscenza perchè cresca saggio e sensibile proprio come eri tu alla mia età.

Bimba che Gioca

Gesù sono qui per darti questo gioco così prezioso che mi accompagna nei momenti di svago da sola e con i miei amici. Con esso ti dono l’innocenza della mia età e la fatica di crescere. Ti chiedo di mantenere il mio cuore puro nelle vicende della vita e la capacità di meravigliarsi di ogni cosa che mi circonda.

Previous post

Perchè si accendono le LUCI??

Next post

Sorella nostra nella Speranza e nella Pazienza - Amata Cerretelli